LA GUARIGIONE MIRACOLOSA

LA GUARIGIONE MIRACOLOSA
per intercessione della beata Maria Domenica Brun Barbantini

Il miracolo è lo svelamento della potenza di Dio e della sua misericordia verso l’uomo bisognoso e in difficolta. È il segno della nuova creazione, già in atto, ma ancora in cammino verso il suo compimento! La chiesa implora dal Signore un miracolo in vista della Canonizzazione come segno o sigillo di Dio sull’atto solenne della Canonizzazione!
Tra le diverse guarigioni ottenute dal Signore per intercessione della beata Maria Domenica, la commissione della Santa sede, composta da medici e teologi, ha scelto quella che ora vi raccontiamo per la beatificazione.
La guarigione miracolosa riguarda il Sig. Pietro Galmacci, 36 anni, nativo di Bibbiena (Arezzo), che la notte del 6 – 7 maggio 1959 si ricovera nella Casa di cura Barbantini a Viareggio con la diagnosi di una “Pancreatite acuta – necrotico emorragica con peritonite e stato di shock”. Operato d’urgenza, fu richiuso con prognosi assolutamente infausta e a brevissima scadenza. Le condizioni del malato erano disperate; le figlie di Maria Domenica in servizio in Sala operatoria e nel reparto, assieme alla mamma, disteso il lenzuolo usato dalla Madre Fondatrice sul malato, si sono inginocchiate presso il suo letto ed hanno iniziato a pregare con viva fede, chiedendo a Maria Domenica di intercedere presso il Signore la guarigione del sig. Pietro. A distanza di qualche ora il paziente si riprende e alla moglie e al suocero dice di andare a casa dai bambini perché lui stava bene. La guarigione istantanea del Sig. Galmacci, avvenuta per intercessione della beata Maria Domenica, è stata completa e duratura; si è ripreso rapidamente, la mattina successiva all’intervento, i sanitari, che credevano di trovarlo morto, rimasero sorpresi di vederlo vivo e in buone condizioni.
Nel corso della sua vita la beata Maria Domenica ha vibrato di compassione verso tutte le miserie umane e risanato le ferite di tanti ammalati nel Nome del Signore; ora con la sua intercessione, ottiene dalla potenza divina, guarigione e salvezza per coloro che la invocano.
Siamo in cammino verso la canonizzazione, auspichiamo che Maria Domenica diventi presto Santa, sarà grande gioia per tutta la Chiesa; continuiamo ad invocarla con fiducia e riceveremo da lei aiuto e protezione.

– Bernardetta Violini, MI

Percorso storico della Congregazione Suore Ministre degli Infermi di San Camillo

L’anno 1868 è segnato per sempre nella storia di Maria Domenica e nelle Istituzioni sociali ed ecclesiali della Chiesa di Lucca; dalla sua forza creativa e trasformatrice, dal suo spirito evangelico trae origine il carisma della carità e della tenerezza verso gli infermi e sofferenti della nostra famiglia religiosa di Ministre degli Infermi di San Camillo. A distanza di tempo queste origini continuano ad avere la stessa forza propulsiva ed espansiva, laici e religiose sono ispirati e partecipano alla gioia del carisma di Maria Domenica, lei ha sperimentato i vari stati di vita e tutti possiamo camminare alla luce di questo grande faro luminoso della Chiesa di Dio.

  • Sr. Juliana Fracasso