Il Saluto di Sr. Giudita Da Prato (13 gennaio 1924 – 12 febbraio 2018)

Il Saluto di Sr. Giudita Da Prato (13 gennaio 1924 – 12 febbraio 2018)

“Dio ama chi dona con gioia”.
2Cor 9, 6-8

A voi tutte Sorelle d’Italia e sparse per il mondo
nell’adempimento coraggioso e fedele
di una missione d’amore ai fratelli bisognosi,
il mio saluto di sorella che vi ama;
Assieme con alcune di voi ho condiviso le gioie e i dolori,
il lavoro, le preghiere e l’entusiasmo per un ideale di santità,
che ci ha trasformate in Spose felici, coraggiose, ed
entusiaste del nostro unico adorato Signore.

Vi auguro un entusiasmo sempre crescente
per la gloria del nostro amatissimo Sposo
che fin da questa vita ci colma di gioia sovraumana e di amore celestiale.

Arrivederci, in Cielo, vi abbraccio con affetto e riconoscenza, con fraterna amicizia e stima sincera,  vi ringrazio per tutto il bene che ho ricevuto in esempi, parole e opere; ai piedi dell’Altissimo non vi dimenticherò.

La vita che si spegne, non muore: il suo destino è eterno, per l’eternità canteremo   insieme il cantico sublime della fedeltà del nostro Amatissimo Sposo Gesù   e della sua infinita Misericordia.

A tutte lascio un augurio di una vita lunga,  serena e gioiosa in ogni circostanza, per la gloria di Dio e per la vostra santificazione che sarà anche la vostra felicità eterna. In particolare, vorrei accendervi di entusiasmo per i bambini, i poveri, i vecchi, i malati, per tutti gli infelici del mondo e per i peccatori.

Con amore di sorella in Gesù , vi saluto e vi abbraccio tutte assieme ai miei familiari; Il Signore vi benedica e vi conforti  nelle ore del dolore e nelle difficoltà.

                                                          Aff.ma Sr. M. Giuditta

Lucca, 14 febbraio 2018